Chrome 64 per Android taglia automaticamente gli URL quando li condividi

Chrome 64 per Android taglia automaticamente gli URL quando li condividi

I collegamenti sono la linfa vitale di Internet. Puntano da un sito all’altro e sono spesso utilizzati per collegare risorse simili tra loro, per l’attribuzione o la ricerca.

I collegamenti possono essere puliti, ad esempio, https://www.ghacks.net/ o possono essere ciò che molti considerano disordinato, ad esempio, https://www.amazon.de/b/ref=unrec_bubbler_2_en?_encoding=UTF8&node=1624983031&ref= unrec_bubbler_2_en & pf_rd_m = A3JWKAKR8XB7XF & pf_rd_s = & pf_rd_r = 3YBY614EJ389QBEFV3XP & pf_rd_t = 36701 & pf_rd_p = c6c82179-3640-43e2 desktop

Mentre vedi ancora che il secondo collegamento punta ad Amazon in base alla parte di dominio di esso, non è chiaro cosa facciano tutti questi altri parametri collegati al collegamento.

Chrome 64 condivisione collegamento Android

Quando è apparso Twitter sulla scena, sono stati seguiti servizi che hanno trasformato un URL lungo in una versione più breve a causa del limite di caratteri del servizio. Questi servizi erano utili sui dispositivi mobili e avevi poco spazio sullo schermo per visualizzare il testo. Anche Google ha avviato il proprio servizio di accorciamento dei collegamenti, ma tutti avevano in comune che il collegamento corto puntava al collegamento lungo senza modificarlo in alcun modo.

Google ha implementato una nuova funzionalità in Google Chrome 64 per Android che lo cambia. Quando gli utenti utilizzano la funzionalità di condivisione sul dispositivo, i collegamenti vengono eliminati automaticamente.

Ryan Whitwam su Polizia Android suggerisce che la pulizia del collegamento ha qualcosa a che fare con link canonici. Alle pagine dovrebbero essere allegati collegamenti canonici che puntano a un URL specifico. Un link canonico definisce l’URL principale del contenuto utilizzando il tag HTML rel = “canonical”, ad es. <collegamento rel=”canonico” href=”https://www.ghacks.net/2008/02/18/clipboard-caching-utility/” />

URL canonico

Ai collegamenti possono essere associati parametri e a volte è difficile per i motori di ricerca determinare l’URL principale del contenuto a causa di ciò. Il tag canonico aiuta in quanto i webmaster possono utilizzarlo per impostare l’URL principale per i contenuti che lo utilizzano.

Ad ogni modo, se utilizzi il menu di condivisione in Chrome 64 su Android, noterai che lunghi collegamenti disordinati con molti parametri potrebbero essere tagliati. Amazon è probabilmente un ottimo esempio di ciò e sembra che Google utilizzi le informazioni canoniche, se disponibili, per tagliare il collegamento.

Il collegamento canonico punta alla stessa risorsa, ma può omettere informazioni. Gli ancoraggi del collegamento vengono rimossi, il che significa che gli utenti che aprono il collegamento iniziano nella parte superiore della risorsa e non nella posizione a cui si riferisce l’ancoraggio del collegamento. Anche i link di affiliazione vengono rimossi, il che potrebbe danneggiare i webmaster che li utilizzano per guadagnare.

D’altra parte, anche le informazioni di tracciamento, ad esempio i dati di Google Analytics, possono essere rimosse durante il processo.

Gli utenti di Chrome su Android possono copiare il collegamento completo ma non utilizzando il menu di condivisione. Un lungo tocco sull’URL nella barra degli indirizzi visualizza un’opzione per copiare l’intero URL in modo che possa essere condiviso nella sua interezza.

Parole di chiusura

Devo ammettere che non sono favorevole ai browser web che cambiano i collegamenti da soli in quanto toglie il controllo agli utenti. Certo, gli utenti di Chrome possono ancora copiare l’URL completo in questo momento e il processo potrebbe occuparsi anche dei link di tracciamento.

Ora tu: Qual è la tua opinione su questa funzione?

  • L’esperimento di Google Chrome mostra solo il dominio nella barra degli indirizzi
  • Come sapere se un collegamento abbreviato è sicuro nel 2015
  • Unshorten: velocizza l’apertura di URL brevi su Android