Microsoft vuole semplificare l’aggiornamento di Windows 7 e 8.1

Microsoft vuole semplificare l’aggiornamento di Windows 7 e 8.1

Microsoft annunciato tre modifiche imminenti per aggiornare le procedure delle versioni precedenti del sistema operativo Windows dell’azienda oggi.

L’azienda ha creato quelli che chiama pacchetti cumulativi per Windows 7 e Windows Server 2008 R2, progettati per portare il sistema operativo alla versione più recente con patch senza dover installare tutti gli aggiornamenti rilasciati uno per uno.

Mentre gli utenti di Windows 7 possono installare il Service Pack 1 o persino acquistare il sistema operativo con il service pack incluso, tutti gli aggiornamenti rilasciati dopo il rilascio ufficiale dell’unico e unico service pack per Windows 7 devono essere installati individualmente.

Tutto ciò che gli utenti e gli amministratori devono fare ora è installare l’aggiornamento cumulativo sul dispositivo che esegue uno dei sistemi operativi supportati per correggerlo completamente.

pacchetto cumulativo convenienza microsoft

Ulteriori informazioni su di esso possono essere trovate nella pagina della Knowledge Base KB3125574.

Questo pacchetto cumulativo include quasi tutti gli aggiornamenti rilasciati dopo il rilascio di SP1 per Windows 7 e Windows Server 2008 R2, fino ad aprile 2016. Questo comodo pacchetto cumulativo ha lo scopo di semplificare l’integrazione delle correzioni rilasciate dopo SP1 per Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Microsoft aggiornerà regolarmente i pacchetti di rollup per aggiungere nuove patch e aggiornamenti. Questi rollup possono anche essere integrati nel supporto di installazione in modo da essere installati insieme al sistema operativo.

Il comodo pacchetto cumulativo può solo essere scaricato dal catalogo degli aggiornamenti di Microsoft. notare che che il servizio è accessibile solo tramite Internet Explorer e nessun altro browser (al momento non funziona nemmeno Microsoft Edge).

Microsoft prevede di modernizzare il catalogo degli aggiornamenti quest’estate, tuttavia, rimuovendo il requisito ActiveX dal sito in modo che altri browser possano essere utilizzati per accedere al servizio e scaricare le patch per i sistemi Windows.

La società ha anche annunciato che non fornirà più download per gli aggiornamenti di sicurezza nell’Area download Microsoft. Questi aggiornamenti saranno disponibili esclusivamente per il download manuale tramite il catalogo degli aggiornamenti di Microsoft.

La terza e ultima modifica riguarda gli aggiornamenti non relativi alla sicurezza per Windows 7 Service Pack 1 e Windows 8.1 e per i sistemi operativi basati su server Windows Server 2008 R2 Service Pack 1, Windows Server 2012 e Windows Server 2012 R2.

Microsoft rilascerà pacchetti cumulativi mensili per queste versioni di Windows che contengono tutti gli aggiornamenti non relativi alla sicurezza.

Ogni mese verrà rilasciato un singolo aggiornamento contenente tutti gli aggiornamenti non relativi alla sicurezza di quel mese.

Microsoft renderà disponibili questi aggiornamenti tramite Windows Update, WSUS, SCCM e il catalogo di Microsoft Update.

L’intenzione è di rendere l’aggiornamento più semplice fornendo un solo aggiornamento per tutte le correzioni non relative alla sicurezza rilasciate in un mese.

Parole di chiusura

L’annuncio non offre informazioni sull’eventuale impatto del rilascio di pacchetti cumulativi mensili sulle opzioni correnti che gli utenti e gli amministratori devono ottenere per ottenere aggiornamenti non di sicurezza per Windows.

Sarebbe problematico ovviamente se l’azienda non rendesse più disponibili le singole patch, ma sembra improbabile che sia così.

Ora tu: qual è la tua opinione sui cambiamenti annunciati oggi?